Sabato 6 Maggio 2006

ore 9.45
Auditorium La Serra, Corso Botta - Ivrea (TO)
Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Il processo delle scimmie

da Darwin a Scopes

Francesco La Rosa
Aldo Fasolo
Giuseppe Pellegrini
conduce Pino Zappalà

Un contenzioso sempre attuale e non ancora chiuso, neanche in Italia dove ogni anno si celebra il "Darwin Day", appuntamento per promuovere la consapevolezza dell'importanza della teoria dell'evoluzionismo in biologia e soprattutto nella cultura contemporanea. Il "Darwin Day" nasce anche dall'esigenza di parlare seriamente di scienza e fede, dopo che, nel 2003, il tema dell'evoluzionismo ha rischiato (per fortuna, solo temporaneamente) di essere cancellato nei piani di riordino scolastici italiani. Proprio sulla revisione dei programmi d'insegnamento si è aperto un confronto tra darwinismo, creazionismo e il cosiddetto "disegno intelligente" che guiderebbe l'evoluzione.
E ciò malgrado ormai la Chiesa difenda l'evoluzionismo: "Darwin non nega la creazione. Il principio di evoluzione e il principio biblico di creazione possono convivere, essendo su due piani completamente diversi", disse papa Giovanni Paolo II, che il 26 aprile 1985, dopo il riesame del processo a Galileo Galilei, ha voluto la "revisione" su un altro tema "caldo": l'evoluzionismo.
Attraverso questa iniziativa, corredata anche dalla proiezione di un filmato e da alcune letture scelte da un testo teatrale sul caso Scopes, cercheremo di fornire un'occasione per riflettere sul progresso del pensiero evoluzionistico, sul valore e sui limiti del sapere scientifico.

Processo delle Scimmie
a cura di Luca Giberti
Questo il soprannome di una delle battaglie legali più significative del Novecento. Un processo (definito "del millennio") che sollevò allo stesso tempo controversie di carattere legale, scientifico, religioso, filosofico e politico. Il tema dibattuto: la teoria dell'evoluzionismo, formulata dal grande scienziato naturalista inglese Charles Darwin (1808-1882) e diffusa nel 1859 con la pubblicazione Sull'origine delle specie attraverso la selezione naturale. Tutto ebbe inizio nel luglio 1925, nello stato americano del Tennessee, per la determinazione di un professore-allenatore di footboll, John Scopes (1900-1970) che, durante una supplenza in una lezione di biologia, insegnò ai propri allievi che l'uomo deriva dalla scimmia. Il fatto suscitò roventi polemiche tanto che in seguito il Tennesse promulgò una legge che proibiva di insegnare "che l'uomo deriva da animali d'ordine inferiore"; e così Scopes diventerà l'uomo simbolo della battaglia tra darwinisti e creazionisti. Il processo fu un grande scontro fra due leggendari avvocati del tempo (Clarence Darrow, difensore, e William Jennings Bryan, accusatore, poi candidato alla presidenza degli USA). La vicenda giuridica è stata talmente celebre che nel 1960 ha ispirato il famoso film: "? e l'uomo creò Satana" di Stanley Kramer, che procurò a Spencer Tracy l'Oscar come migliore attore e presentò Gene Kelly in un insolito ruolo drammatico acclamato dalla critica.

Attori:
Vanni Valenza
Jurij Ferrini
Alberto Giusta

Per informazioni: Francesco La Rosa - Associazione Subalpina Mathesis Sezione di Ivrea
Tel. 0125 641570
mathesis.ivrea@libero.it
web credits