Evento in dettaglio

Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, CERN, INFN, con il Supporto di ASP, Associazione per lo Sviluppo scientifico e tecnologico del Piemonte e il Patrocinio della Città di Torino

ESPLORATORI DELL'UNIVERSO
VIAGGIO NEL CUORE DELLA MATERIA

FINO AL 7 LUGLIO 2010
MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI
VIA GIOLITTI, 36 - TORINO


Due mostre che condurranno i visitatori alla scoperta dei segreti dell'Universo e della natura della materia che ci circonda. Al centro di entrambe le mostre, la fisica delle particelle e i misteri che l'osservazione dell'invisibile può risolvere.

Settimane della ScienzaLA SCIENZA ACCELERA!
A cura del CERN – European Organization for Nuclear Research.
La mostra itinerante del CERN "La scienza accelera!" (Accelerating Science), al suo esordio in Italia, suscita un senso di meraviglia e curiosità sulle origini dell'Universo e sulla natura dei costituenti elementari della materia. La mostra spiega come gli esperimenti al LHC (Large Hadron Collider - l'acceleratore di particelle più grande e potente finora realizzato) del CERN di Ginevra saranno in grado di svelare alcuni dei misteri dell'Universo e rivela la connessione fondamentale tra la ricerca e le tecnologie del presente. L'ingresso nel tunnel che conduce al primo dei 4 padiglioni che compongono la mostra, riporta il visitatore al tempo del Big Bang. Proiezioni, giochi interattivi e animazioni raccontano l'evoluzione dell'Universo dal primo istante ai giorni nostri, esplorano il mondo delle particelle, indagano alcuni dei più intriganti misteri dell'Universo, illustrano il funzionamento del LHC e stupiscono il pubblico mostrando quanto la ricerca sia strettamente collegata alle tecnologie che utilizziamo tutti i giorni.

Settimane della ScienzaL'INVISIBILE MERAVIGLIA
A cura dell'INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, con il contributo del Dipartimento di Fisica Sperimentale dell'Università di Torino e la Fondazione TERA.
Gli straordinari esperimenti immaginati e realizzati dai fisici delle particelle svelano i mattoni fondamentali della materia e ricreano come in una macchina del tempo i primi istanti della vita dell'Universo subito dopo il Big Bang. La mostra è la "porta" per questo microscopio dell'infinitamente piccolo, in cui sarà possible scoprire e toccare con mano l'invisibile meraviglia della natura, superando i limiti dei nostri sensi e avvicinandosi al cuore della materia. Si potrà incontrare virtualmente la grande comunità degli scienziati, donne e uomini di tutto il mondo, impegnati nella sfida di trovare una risposta ai misteri dell'Universo ancora irrisolti, progettando e costruendo gli acceleratori di particelle e i loro grandi "occhi elettronici". Si scoprirà come le ricerche e le tecnologie sviluppate per i grandi esperimenti abbiano ricadute in applicazioni insostituibili nella nostra vita quotidiana: ad esempio, per diagnosticare e curare i tumori, per studiare i beni culturali e conservare le opere d'arte o per sviluppare nuove reti di calcolo superpotenti.

Visite guidate per gruppi e scolaresche su prenotazione per studenti della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado.
Animazione per famiglie Un gruppo di animatori guiderà i visitatori attraverso le due mostre. L'attività, prevista il sabato e la domenica pomeriggio a partire dalle ore 15.30, è inclusa nel biglietto di ingresso della mostra. Non è necessaria prenotazione.
Visite guidate "speciali" gratuite condotte da fisici dell'INFN di Torino e dei Dipartimenti di Fisica dell'Università degli Studi di Torino.
Il calendario delle visite, in via di definizione, sarà disponibile sul sito di ESOF2010 www.esof2010.org


Orario: fino al 23 maggio tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 19; venerdì e sabato apertura prorogata fino alle ore 22; dal 23 maggio chiuso il martedì.


Per informazioni e prenotazioni:
Museo Regionale di Scienze Naturali
Sezione Didattica, da lunedì a venerdì, Tel. 011 4326337/34/07
Biglietteria, Tel. 011 4326354
www.regione.piemonte.it/museoscienzenaturali

Pagina stampabile Invia questa news a un amico
web credits