Evento in dettaglio


Dal 13 Marzo al 7 Maggio 2006

Mostre interattive e documentari spettacolari da tutto il mondo, dibattiti, conferenze e convegni, il teatro degli oggetti celesti e degli occhi azzurri di Margherita Hack e quello più cupo del caso Scopes, l'osservazione del Sole portata nelle piazze e i laboratori attrezzati per gli atelier, workshop europei online e porte aperte nei centri di ricerca e nei dipartimenti degli atenei piemontesi, scienza per adulti e giochi di ruolo sulle tematiche più attuali e controverse della scienza e della tecnologia: questi gli ingredienti delle Settimane della Scienza a Torino e in Piemonte.

I temi centrali lanciati dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per la XVI Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica, spaziano dal clima alla centralità dell'acqua, all'energia
come base delle moderne società industriali alla complessità del mondo vivente e della sua evoluzione fino al recente formidabile sviluppo delle conoscenze sul cervello.

Quest'anno le attività delle Settimane avranno un'estensione temporale che arriverà a coprire quasi due mesi, coinvolgendo, oltre a Torino, molte località piemontesi: Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Verbania, Vercelli, Novara e Ivrea, e anche Aosta, Pinerolo, Caluso e Brosso.

Il progetto europeo "PlayDecide", un gioco di ruolo per negoziare tra i partecipanti posizioni se non opinioni comuni - tra i suoi partner ha istituzioni come il DANA Centre di Londra - arricchirà i contenuti della manifestazione con tematiche controverse e di forte attualità: ricerca con le cellule staminali, xenotrapianti, neuroscienze, ecc. inserendo la nostra rassegna in una ricerca condotta da Observa Science in Society e dal King's College di Londra.

La scienza andrà anche al cinema con “Vedere la scienza” per il secondo anno in Piemonte: proiezioni di spettacolari documentari scientifici e alcune sere con la grande fiction scientifica. I temi vanno dall’evoluzionismo alle immagini spettacolari dell’Hubble Space Telescope, da una quasi fiction per raccontare la storia della determinazione della longitudine alle tematiche ambientali con “Defenders of the Planet” e al sorprendente “Killing time” che prende spunto dalla paradossale conclusione del fisico inglese Julian Barbour: il tempo non esiste!

Programma e aggiornamenti:
Associazione CentroScienza Onlus, 011 8394913
info@centroscienza.it
www.centroscienza.it - www.settimanedellascienza.it

Organizzazione:
Extramuseum Divulgazione Scientifica Torino

Ufficio Stampa:
Ex Libris, 011 5216419, ufficiostampa@exlibris.it

Pagina stampabile Invia questa news a un amico
web credits